Tel.: Roma 06 98937520 / Padova 049 8752918 / Biella 015 355240
Email: segreteria@bnrassociati.it

lawyer-icon.png

BARUSCO NOCERA ROVETTI & ASSOCIATI

Studio Legale e Tributario

Al tuo fianco nelle sedi principali di Roma, Padova, Biella e collegati sull’intero territorio nazionale, con la più evoluta organizzazione ed assistenza legale-tributaria.

Le Nostre Sedi

ROMA

Via Pinerolo, 2
Tel.: 06 98937520
Fax: 06 98937519
Email: segreteria@bnrassociati.it

PADOVA

Via Altinate, 64
Tel.: 049 8752918
Fax: 049 8780457
Email: segreteria@bnrassociati.it

BIELLA

Via Nazario Sauro, 10
Tel.: 015 355240
Fax: 015 21888
Email: segreteria@bnrassociati.it

LE NOSTRE ATTIVITÀ

Assistenza completa e qualificata del contribuente nell'intero procedimento che lo riguarda, già dalla fase del controllo e sino alla riscossione ed eventualmente dinanzi all'Autorità giudiziaria ordinaria.

ASSISTENZA DEL CONTRIBUENTE

Valutazioni preventive della posizione del contribuente nei confronti dell’ Amministrazione finanziaria. Definizione strategie difensive volte all’attenuazione degli effetti negativi derivanti dall’eventuale insorgenza di procedimenti accertativi o dall’avvio di misure cautelari o azioni esecutive sul versante della riscossione coattiva di imposte e contributi.

Rappresentanza presso gli uffici fiscali.

Pareri per Aziende e Studi Professionali.

CONTENZIOSO TRIBUTARIO

Attività contenziosa a tutela della Clientela, con puntuale assistenza in ciascuna fase di cui si compone il processo tributario, mediante individuazione e predisposizione, per ogni singola controversia, della strategia confacente al caso specifico.

Patrocinio dinanzi alle Commissioni Tributarie.

Patrocinio dinanzi alla Corte Suprema di Cassazione.

Pareri per Privati, Aziende e Studi Professionali.

DIRITTO PENALE TRIBUTARIO

Attività difensiva a tutela della Clientela, con puntuale assistenza in ciascuna fase di cui si compone il processo penale, mediante individuazione e predisposizione, per ogni singola posizione, della strategia confacente al caso specifico.

Patrocinio dinanzi all’Autorità giudiziaria.

Pareri per Aziende e Studi Professionali.

Le Pubblicazioni

I Partner dello Studio vantano collaborazioni editoriali con le primarie testate nazionali specializzate – Il Sole 24 Ore, Italia Oggi, Corriere della Sera, Il quotidiano del Commercialista, Il Quotidiano Ipsoa - nonché con le più prestigiose riviste del settore – Il Fisco e il Corriere Tributario.

L’attività editoriale viene svolta anche con la realizzazione di volumi relativi alle tematiche di competenza dello Studio (tra gli ultimi “La difesa nel processo tributario” e “La difesa fuori dal processo” – Ed. Eutekne; “Accertamento, controlli e processo tributario – Ed. Maggioli).

pubblicazioni1.jpg

ARTICOLI RECENTI

In questa sezione troverai notizie e segnalazioni dello Studio che ti permetteranno di far chiarezza sulle differenti problematiche e sulle principali novità del contenzioso tributario.

CASI DELLO STUDIO

Il contenzioso tributario non è fatto da formulari ma da accurata analisi e strategia, personalizzata “sartorialmente” sul singolo caso.

“Le fatture per operazioni inesistenti”

Sovente le contestazioni concernenti questo tipo di operazioni vengono effettuate quasi “fideisticamente”: è sufficiente che un’azienda risulti cliente o fornitrice di un soggetto ritenuto emittente o utilizzatore di fatture per operazioni inesistenti che, pressoché automaticamente, scattino nei suoi confronti procedimenti amministrativi e penali.

Lo Studio, nei confronti di contestazioni del genere, adotta un approccio pragmatico, fondato essenzialmente sul riscontro e sulla ricerca di dati e documenti, anche di natura extratributaria e presso soggetti “terzi” rispetto al Cliente assistito, che possano contrastare i teoremi accusatori.

Questa modalità di difesa ha permesso il conseguimento di brillanti risultati, sia in sede amministrativa – ossia nell’ambito operativo degli strumenti di deflazione del contenzioso – sia in sede giurisdizionale, con ampi riconoscimenti della correttezza dell’operato del Cliente.

“Il rinvio ad atti ignoti”
“Il contraddittorio preventivo obbligatorio”

FAQ

Le risposte dei partner dello Studio alle domande più comuni sui differenti aspetti della materia di competenza. Non più di 10 per macro-argomento. Sotto le FAQ sarà inserita Area Normativa, fruibile dagli utenti che si registrano.

Quali sono le caratteristiche di un avviso di accertamento tributario?

L’avviso di accertamento e i successivi atti di rideterminazione delle imposte costituiscono titolo esecutivo ai fini della riscossione coattiva delle somme dovute con la conseguenza che l’Agente della riscossione, senza che sia necessaria la preventiva notifica della cartella di pagamento, può procedere ad espropriazione forzata anche sulla base degli avvisi di accertamento e dei successivi atti con i quali vengono rideterminati gli importi dovuti.

Quali sono gli atti impugnabili nel processo tributario?

Sono suscettibili di gravame dinanzi alle Commissioni tributarie, innanzitutto, gli atti indicati dall’art. 19, D. Lgs. 31 dicembre 1992 n. 546, ossia l'avviso di accertamento, l'avviso di liquidazione, il provvedimento che irroga le sanzioni, il ruolo e la cartella di pagamento, l'avviso di mora, l'iscrizione di ipoteca sugli immobili di cui all'art. 77, DPR 29 settembre 1973, n.  602, il fermo di beni mobili registrati di cui all'art. 86, DPR 29 settembre 1973, n.  602, gli atti relativi alle operazioni catastali, il rifiuto espresso o tacito della restituzione di tributi, sanzioni pecuniarie ed interessi o altri accessori non dovuti, il diniego o la revoca di agevolazioni o il rigetto di domande di definizione agevolata di rapporti tributari, ogni altro atto per il quale la legge ne preveda l'autonoma impugnabilità davanti alle commissioni tributarie.

La scelta dell’Ufficio di sottoporre a controllo un contribuente è sindacabile dinanzi al Giudice?

No. L’attività di controllo e accertamento è insindacabile: rientra tra le attribuzioni dell’Amministrazione finanziaria scegliere quali contribuenti sottoporre a controllo, secondo valutazioni “interne” (analisi del rischio; rilevazione fattispecie ritenute a pericolosità fiscale; ecc.)

Per quali ragioni il Legislatore ha ritenuto necessario normare specificatamente il cosiddetto “abuso del diritto”?

I mutamenti della normativa fiscale, negli ultimi anni, hanno significativamente modificato le convenienze su cui erano basate le scelte economiche assunte in passato: ciò ha generato incertezza con effetti negativi sulla credibilità e sulla stabilità della politica tributaria.

A ciò si aggiunga la circostanza che sul fronte del cosiddetto “abuso del diritto” alcune sentenze della Corte di Cassazione avevano aperto nuove prospettive ermeneutiche, sì da produrre ulteriori forti incertezze riguardo la legittimità di comportamenti ritenuti in passato corretti. Incertezze che si sono innestate su un regime sanzionatorio complesso, che prevedeva in passato sanzioni penali nei casi non solo di frode ma anche di infedele dichiarazione, con soglie alquanto “basse”.

Da qui la necessità di tracciare un solco normativo netto e, soprattutto come si dirà in risposta ad altri quesiti, al di fuori della rilevanza penale per un ambito che attualmente, tanto in Italia quanto in Europa, è ancora lungi dall’essere nitido.

Cosa si intende per ricorso a documenti falsi nell’ambito della dichiarazione fraudolenta?

Secondo il nuovo dettato normativo la dichiarazione fraudolenta si considera commessa con il ricorso a documenti falsi quando questi sono registrati nelle scritture contabili obbligatorie o sono detenuti a fini di prova nei confronti dell’amministrazione finanziaria.

logo bnr biancoAl tuo fianco nelle sedi principali di Roma, Padova, Biella e collegati sull’intero territorio nazionale, con la più evoluta organizzazione ed assistenza legale-tributaria.

CONTATTI

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Posta Certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sede Legale:
Via La Spezia 95 – 00182 Roma

Sede Roma:
Via Pinerolo, 2 – 00182 Roma
Tel.: 06 98937520
Fax: 06 98937519

Sede Padova:
Via Altinate, 64 – 35121 Padova
Tel.: 049 8752918
Fax: 049 8780457

Sede Biella:
Via Nazario Sauro, 10 – 13900 Biella
Tel.: 015 355240
Fax: 015 21888

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione